Orchestra
UniMI

Orchestra dell'Università degli studi di Milano

Ultime notizie

Progetto Weill/Brecht in Sala Verdi

Martedì 28 maggio, alle 20.30, l’Orchestra UNIMI torna nella Sala Verdi del Conservatorio Verdi di Milano per la consueta collaborazione annuale. Sebastiano Rolli dirigerà l’Orchestra – insieme ai solisti Elisa Bonazzi mezzosoprano, Alessio Tosi e Michele Concato tenori, Giacomo Serra baritono e Alessandro Ravasio basso – in due brani che

LEGGI DI PIÙ

Audizioni 6-7 maggio 2024

L’Orchestra UNIMI indice audizioni finalizzate all’accertamento dell’idoneità artistica per eventuali impegni a progetto, secondo le esigenze di organico delle produzioni previste dalla programmazione artistica. Ruoli: Flauto I e II, Oboe I e II, Corno inglese, Clarinetto I e II, Corno I, Violino primo di spalla, Primo dei violini secondi, Violino

LEGGI DI PIÙ

Wolfram Christ sul podio dell’Orchestra UNIMI

Martedì 9 aprile, alle 20.30, l’Orchestra UNIMI torna nell’aula magna dell’Università degli Studi di Milano per un concerto beethoveniano. Sul podio salirà Wolfram Christ, leggendaria prima viola dei Berliner Philharmoniker, che dirigerà l’Orchestra nel Concerto per pianoforte n. 4 in sol maggiore – solista il giovane e talentuoso pianista lituano Georgijs Osokins – e nella Sinfonia

LEGGI DI PIÙ

PROGETTO WEILL/BRECHT

28 MAGGIO 2024

Sala Verdi del Conservatorio di Milano
ore 19.15
Gli artisti conversano con Livio Aragona
ore 20.30
Orchestra UNIMI
Sebastiano Rolli
direttore
Elisa Bonazzi mezzosoprano
Alessio Tosi e Michele Concato tenori
Giacomo Serra baritono
Alessandro Ravasio basso

Kurt Weill:
Das Berliner Requiem
Die sieben Todsünden (versione di HK Gruber e C. Muthspiel)

Fondata nel 2000, grazie soprattutto alla volontà dell’allora rettore Paolo Mantegazza, l’Orchestra UNIMI si è negli anni distinta sia per la peculiarità del suo progetto nella realtà universitaria italiana sia per l’attività di divulgazione nella realtà musicale cittadina.

Inizialmente formata da studenti della Statale, che allo studio in Ateneo affiancavano anche studi di Conservatorio, si è in seguito definita come orchestra giovanile che offriva, a musicisti ancora studenti o appena diplomati in Conservatorio, un’attività di formazione propedeutica alla professione in orchestra: a partire dalla Stagione 2021-22 l’Orchestra UNIMI, ridefinendo il suo ruolo, si configura come una compagine di professionisti.

Dal giugno 2021 infatti la gestione dell’Orchestra UNIMI è stata presa in carico dalla Fondazione UNIMI, lo strumento dell’Università degli Studi di Milano finalizzato a costruire, attraverso la consulenza, la formazione e lo sviluppo di competenze e servizi manageriali, il dealflow accademico in materia di innovazione. Parimenti l’Orchestra UNIMI si interfaccia con la nuova Direzione Innovazione e Trasferimento delle Conoscenze di Ateneo (DIVCO), che persegue la finalità di garantire che il patrimonio di conoscenze e i prodotti della ricerca, i beni di rilievo culturale e artistico, le iniziative di sostegno all’innovazione, all’educazione, alla divulgazione e alla consapevolezza civile, siano promossi e valorizzati presso gli stakeholder sociali: e in questo contesto, nella proposta di programmi e iniziative in ambito culturale e sociale che favoriscano le relazioni con il territorio, l’attività dell’Orchestra UNIMI rientra appieno nel programma di Ateneo di Terza Missione, mettendo a disposizione della comunità universitaria e cittadina un’attività di programmazione e promozione musicale. Il lavoro artistico dell’Orchestra UNIMI, che si realizza in regolari stagioni concertistiche e che sino alla Stagione 2020-21 si è svolto sotto la direzione musicale di Alessandro Crudele, ha negli anni riservato, oltre che al repertorio sinfonico classico, attenzione alla musica contemporanea: l’Orchestra ha ospitato, tra gli altri, John Axelrod, Paul Badura-Skoda, Antonio Ballista, Umberto Benedetti Michelangeli, Kolja Blacher, Mario Brunello, Bruno Canino, Tito Ceccherini, Enrico Dindo, Ingrid Fliter, Michele Gamba, Giovanni Gnocchi, Viviane Hagner, Karl Leister, Gerhard Oppitz, Fazil Say, Alessandro Taverna, Milan Turkovic e Lilya Zilberstein, avendo anche la possibilità di esibirsi in sale di prestigio come la Tonhalle di Zurigo, il Gewandhaus di Lipsia e il Teatro Olimpico di Vicenza. 

A partire dalla Stagione 2022-23, Sebastiano Rolli ha assunto il ruolo di Direttore musicale dell’Orchestra UNIMI.

centenario UNIMI