Orchestra
UniMI

Orchestra dell'Università degli studi di Milano

Ultime notizie

Hankyeol Yoon debutta a Milano con l’Orchestra UNIMI

Martedì 27 febbraio, alle 20.30, l’Orchestra UNIMI torna nell’aula magna dell’Università degli Studi di Milano per il tradizionale concerto in collaborazione con il Conservatorio G. Verdi di Milano, che prevede l’esibizione all’eufonio della vincitrice assoluta del Premio del Conservatorio 2022, Marina Boselli (classe 1998). Per l’occasione, il vincitore del Premio di Composizione del

LEGGI DI PIÙ

Doppio concerto il 6 febbraio nella Chiesa di san Carlo al Lazzaretto

L’Orchestra UNIMI torna ad esibirsi nella Chiesa di San Carlo al Lazzaretto (Largo Fra Paolo Bellintani 1, Milano) in collaborazione con la Rassegna “Organo e…”.Giovanni Battista Mazza dirigerà l’orchestra d’archi nel poco conosciuto Scherzo in la minore (dal Quartetto in re) di Giacomo Puccini; raramente eseguito è anche il Concerto per organo, orchestra d’archi, corni e

LEGGI DI PIÙ

Il Giorno della Memoria con il Quartetto Noûs

Sabato 27 gennaio, alle 20.30, si terrà nell’Aula Magna dell’Università degli Studi di Milano l’ormai tradizionale concerto per il Giorno della Memoria. Ospiti di quest’anno, per la serie di concerti da camera “Chamber UNIMI” della Stagione 2024 dell’Orchestra, saranno i membri del Quartetto Noûs: Ekaterina Valiulina violino, Alberto Franchin violino, Sara Dambruoso viola e Riccardo Baldizzi violoncello. Il Quartetto Noûs eseguirà

LEGGI DI PIÙ

GUEST UNIMI: OXFORD UNIVERSITY ORCHESTRA

10 MARZO 2024

Aula Magna dell'Università degli Studi di Milano - ore 18.00

Cayenna Ponchione-Bailey, direttrice

Pëtr Il’ič Čajkovskij, Romeo e Giulietta
Johannes Brahms, Sinfonia n. 2 in re maggiore op. 73

Fondata nel 2000, grazie soprattutto alla volontà dell’allora rettore Paolo Mantegazza, l’Orchestra UNIMI si è negli anni distinta sia per la peculiarità del suo progetto nella realtà universitaria italiana sia per l’attività di divulgazione nella realtà musicale cittadina.

Inizialmente formata da studenti della Statale, che allo studio in Ateneo affiancavano anche studi di Conservatorio, si è in seguito definita come orchestra giovanile che offriva, a musicisti ancora studenti o appena diplomati in Conservatorio, un’attività di formazione propedeutica alla professione in orchestra: a partire dalla Stagione 2021-22 l’Orchestra UNIMI, ridefinendo il suo ruolo, si configura come una compagine di professionisti.

Dal giugno 2021 infatti la gestione dell’Orchestra UNIMI è stata presa in carico dalla Fondazione UNIMI, lo strumento dell’Università degli Studi di Milano finalizzato a costruire, attraverso la consulenza, la formazione e lo sviluppo di competenze e servizi manageriali, il dealflow accademico in materia di innovazione. Parimenti l’Orchestra UNIMI si interfaccia con la nuova Direzione Innovazione e Trasferimento delle Conoscenze di Ateneo (DIVCO), che persegue la finalità di garantire che il patrimonio di conoscenze e i prodotti della ricerca, i beni di rilievo culturale e artistico, le iniziative di sostegno all’innovazione, all’educazione, alla divulgazione e alla consapevolezza civile, siano promossi e valorizzati presso gli stakeholder sociali: e in questo contesto, nella proposta di programmi e iniziative in ambito culturale e sociale che favoriscano le relazioni con il territorio, l’attività dell’Orchestra UNIMI rientra appieno nel programma di Ateneo di Terza Missione, mettendo a disposizione della comunità universitaria e cittadina un’attività di programmazione e promozione musicale. Il lavoro artistico dell’Orchestra UNIMI, che si realizza in regolari stagioni concertistiche e che sino alla Stagione 2020-21 si è svolto sotto la direzione musicale di Alessandro Crudele, ha negli anni riservato, oltre che al repertorio sinfonico classico, attenzione alla musica contemporanea: l’Orchestra ha ospitato, tra gli altri, John Axelrod, Paul Badura-Skoda, Antonio Ballista, Umberto Benedetti Michelangeli, Kolja Blacher, Mario Brunello, Bruno Canino, Tito Ceccherini, Enrico Dindo, Ingrid Fliter, Michele Gamba, Giovanni Gnocchi, Viviane Hagner, Karl Leister, Gerhard Oppitz, Fazil Say, Alessandro Taverna, Milan Turkovic e Lilya Zilberstein, avendo anche la possibilità di esibirsi in sale di prestigio come la Tonhalle di Zurigo, il Gewandhaus di Lipsia e il Teatro Olimpico di Vicenza. 

A partire dalla Stagione 2022-23, Sebastiano Rolli ha assunto il ruolo di Direttore musicale dell’Orchestra UNIMI.

centenario UNIMI